domenica 3 luglio 2011

EURUSD , PREVISIONE SETTIMANA 4-8 LUGLIO

La scorsa settimana ha visto l’euro salire al massimo di tre settimane contro il dollaro statunitense, segnando il primo guadagno settimanale in quattro settimane, i timori per la crisi del debito della Grecia si sono allentati e la Banca centrale europea ha accennato ad un rialzo dei tassi nella prossima riunione.

EUR/USD lunedì ha toccato 1,4101 il minimo dal 16 giugno; successivamente la coppia si è attestata a 1,4527 alla chiusura degli scambi di venerdì, in salita del 2,31% sulla settimana.

Supporto a 1,4326, minimo di mercoledì e resistenza a 1,4694, massimo dell'8 giugno e di quasi cinque settimane.

Il parlamento greco ha approvato due disegni di legge leggi per autorizzare il pacchetto di EUR28.4 miliardi a 5 anni necessari ad assicurarsi la tranche di 12 miliardi di fondi UE e FMI.

Il sentimento della moneta unica di è alzato ulteriormente dopo che il gruppo finanziario tedesco ha accettato il rollover dei titoli obbligazionari greci con scadenza fino al 2014.

L'euro anche trovato sostegno dopo che il presidente della Bce Jean-Claude Trichet ha dichiarato martedì che la banca era in modalità di “forte vigilanza”, puntando verso un possibile aumento dei tassi di interesse alla riunione del 7 luglio.

L'euro ha segnato dei guadagni contro il dollaro dopo che venerdì l’istituto per il Supply Management ha dichiarato che il suo indice manifatturiero di giugno si attesta a 55,3, sopra la previsione 51,5, segnando il 23esimo mese consecutivo di crescita.

Nel frattempo, l'indice responsabili degli acquisti del manifatturiero nella zona euro ha confermato una precedente stima di crescita del settore che mostra il passo più lento in 18 mesi.

Durante il fine settimana, i ministri delle finanze della zona euro hanno approvato la prossima rata del piano di salvataggio della Grecia, ma hanno specificato che la nazione debitrice deve aspettarsi perdite significative di sovranità e di posti di lavoro.

La settimana ha un calendario economico ricco di dati economici, con la BCE che annuncerà il suo tasso di interesse di riferimento, mentre gli Stati Uniti pubblicheranno un report sulla crescita dell’occupazione del terziario e del settore non agricolo.

Alla vigilia della prossima settimana, Forex Pros ha compilato un elenco di questi ed altri eventi importanti che potranno incidere sui mercati.

Lunedì 4 luglio

La zona euro pubblicherà i dati ufficiali sull’indice dei prezzi alla produzione, nonché una relazione sulla fiducia degli investitori, nel frattempo i mercati negli Stati Uniti rimarranno chiusi per il Giorno dell'Indipendenza.

Martedì 5 luglio

La zona euro rilascerà i dati ufficiali sulle vendite al dettaglio, l'indicatore primario della spesa dei consumatori, che rappresenta la maggior parte dei dell'attività economica complessiva. Il blocco della moneta unica pubblicherà i dati rivisti sulla crescita del settore dei servizi.

Gli Stati Uniti pubblicheranno i dati del governo sugli ordini di fabbrica, un indicatore importante della produzione.

Mercoledì 6 luglio

La zona euro pubblicherà i dati definitivi sul PIL del primo trimestre, mentre la Germania pubblicherà i dati ufficiali sugli ordini di fabbrica, un indicatore importante della produzione.

L’Istituto statunitense per il Supply Management pubblicherà un rapporto sulla crescita del settore dei servizi, uno dei principali indicatori di salute economica.

Giovedì 7 luglio

La BCE annuncerà il suo tasso minimo. L'annuncio sarà seguito da un’attesissima conferenza stampa del Presidente della BCE Jean-Claude Trichet. La Germania pubblicherà i dati ufficiali sulla produzione industriale, uno dei principali indicatori di salute economica.

Negli Stati Uniti, l’ADP, società di elaborazione buste paga, pubblicherà una relazione sui libri paga non agricoli, che porta i dati del governo giornaliero. Gli Stati Uniti rilasceranno un report settimanale sulle richieste iniziali di sussidio di disoccupazione, i primi dati economici della nazione.

Venerdì 8 luglio

Nella zona euro, la Germania pubblicherà i dati ufficiali sulla sua bilancia commerciale, la differenza di valore tra importazioni ed esportazioni nel corso del mese.

Gli Stati Uniti chiuderanno la settimana con i rapporti governativi sulla retribuzione media oraria, un indicatore anticipatore dell'indice al consumo, nonché i dati ufficiali sulle buste paga del settore non agricolo, uno dei principali indicatori di salute economica e dei dati sul tasso di disoccupazione complessivo del paese.

da www.forexpros.it del 04/07/2011

1 commento: