lunedì 10 gennaio 2011

CONSIGLI PER I TRADERS

Vediamo alcuni consigli essenziali per il trader medio del Forex. La prima cosa consiste nel cercare un broker che offra una liquidità significativa e permetta di avere una chiusura ad un prezzo favorevole. Conviene sempre leggere le recensioni in rete relative ad un dato broker, dato che possono aiutarci senza dubbio a capire se può fare per noi o meno.

Bisogna poi imparare ad utilizzare delle competenze in termini di gestione di denaro, al fine di investire denaro elegantemente e con efficacia. Non bisogna mai utilizzare un tasso di indebitamento eccessivo, cosa che viene offerta da alcuni broker forex. Tale strategia può infatti mettere tutto il nostro capitale di investimento a rischio.

Bisogna imparare a usare gli stop loss, al fine di ridurre al minimo le perdite. Riuscire ad usare sapientemente gli stop loss ci permette di salvare molto denaro quando le posizioni che abbiamo aperto vanno contro il trend. A tal proposito, possiamo dire che quando sin fa trading contro le tendenze, bisogna assicurarsi di avere un piano di trading basato sia sull’analisi tecnica che su quella fondamentale. La disciplina è la migliore politica commerciale mentre si fa trading contro le tendenze.

Inoltre bisogna cercare di mantenere coerenza di negoziazione, il che significa fare dei piani per aumentare gradualmente il profitto potenziale invece di rischiare tutto per un grande ed unico affare, che potrebbe andare male.

Quando si va a fare trading su una coppia di valute, fare un’analisi comparata della coppia stessa ci fornisce degli indizi importanti circa le tendenze del mercato.

Il commerciante medio dovrebbe sempre prendere sul serio l’educazione nel mercato del forex. Comprendere le sfumature fornisce un vantaggio aggiunto mentre si fa un investimento e questo a volte può fare la differena tra guadagnare o perdere. Inoltre è l’unico modo per aumentare il proprio margine di profitto nel mercato del forex.
Mentre l’analisi tecnica è fondamentale per fare trading Forex, in particolare per l’individuazione dei punti di entrata e di quelli di uscita, è insufficiente qualora si volesse creare un completo piano di negoziazione. Il sentimento del mercato forex è determinato principalmente dalle notizie economiche e geopolitiche del giorno. I principali attori del mercato valutario sono le multinazionali, le banche centrali, gli hedge fund che investono diversi miliardi di dollari e le principali banche d’investimento.

Tutti questi attori si preparano ai loro traffici analizzando le notizie dei più recenti sviluppi economici e geopolitici, così come le ultime dichiarazioni dal G-7 e dalle varie autorità monetarie. Pertanto, l’approccio corretto al forex trading può essere riassunto nell’attivarsi fondamentalmente, ma nell’entrare e uscire tecnicamente.

Le credenze vogliono che chi faccia trading in maniera da usare i dati fondamentali dovrebbe scegliere un periodo di tempo più lungo, da giorni o anche da settimanale. I trader che invece vogliono fare trading a breve termine, usando i grafici orari, ad esempio, dovrebbero invece concentrarsi su delle configurazioni e su delle decisioni strettamente tecnice. Questo modo di pensare è effettivamente sbagliato. Non solo è possibile fare scalping usando l’analisi fondamentale, ma chi lo fa ha in realtà un vantaggio significativo rispetto agli operatori del mercato più grandi quando si tratta di eseguide le loro posizioni.

Uno degli aspetti del mercato delle valute è che le operazioni effettuate al di fuori dell’influenza delle notizie macroeconomiche possono essere più rischiose rispetto a quelle fatte considerando l’analisi fondamentale, dato che in questo caso si ha un’idea generale di come potrebbe muoversi il mercato. I vari dati economici, come le ultime statistiche di occupazione, i tassi di crescita del PIL, le relazioni della bilancia commerciale, le letture dell’inflazione e gli annunci dei tassi di interesse, che sono in genere rilasciati ogni mese e che possono essere previsti nei vari calendari economici, sono di grande importanza per chi fa trading.

Il rilascio dei dati di importanza economica e non solo, nel mercato delle valute, previsto con largo anticipo oppure ottenuti istantaneamente attraverso una varietà di siti di notizie, come Bloomberg, Reuters, Dow Jones e CNBC, rende i dati universalmente accessibili. Non è necessario per chi opera nel mercato Forex conoscere un contratto segreto che Intel può aver negoziato, o l’ultimo prodotto super-cool della Apple.

Nel Forex i dati economici possono davvero spostare i mercati e i trader possono approfittare di questo fatto. Ancora più importante è che i singoli operatori economici hanno spesso un deciso vantaggio nel reagire alle notizie più veloce degli operatori più grandi.

Dato che si tratta del mercato finanziario più liquido al mondo, con quasi 2.000 miliardi di dollari USA scambiati ogni giorno, la maggior parte dei broker fornirà liquidità fino a 20 milioni di dollari, il che significa che potrai acquistare posizioni da qualsiasi bropker fino a 20 milioni di dollari per una sola coppia di valute, oppure vendere la stessa quantità di valute.

Questa dimensione commerciale è in grado di essere sufficiente per il 99% di tutti gli ordini di vendita al dettaglio, rendendo facile per gli operatori commerciali aprire una posizione in fretta senza influenzare il mercato. Tuttavia i grandi giocatori, che stanno cercando di aprire posizioni del valore di centinaia di milioni o addirittura di miliardi di dollari, riusciranno a muovere i mercati. Pertanto, reagendo rapidamente, i commercianti al dettaglio del forex hanno la possibilità di anticipare i movimenti del mercato e beneficiare di qualsiasi slancio generato da tali flussi importanti di ordini.

Le notizie economiche, siano essi favorevoli o sfavorevoli, possono avere effetti che durano fino a diverse ore, al fine di permettere ai trader di adeguarsi alle nuove informazioni. Ecco dunque che ci sono grandi opportunità a vantaggio di chi riesce a prendere la situazione al volo.

Se ci fosse un unico modo di comportarsi al verificarsi delle notizie, come ad esempio comprare con una buona notizia e vendere con una cattiva notizia, allora ogni commerciante forex sarebbe ricco. Naturalmente, il successo non è così semplice. I risultati in sé sono di solito privi di significato per il mercato. Il forex si basa sulle aspettative e sulla percezione. Pertanto, il confronto relativo importa molto di più di quello assoluto.

Ad esempio, supponiamo che gli Stati Uniti su base trimestrale abbiano una crescita del PIL del 5%, mentre la zona euro ha presentato i risultati del PIL pari ad un aumento dell’1,5%. A prima vista, sembrerebbe che il cross di valute tra euro e dollaro dovrebbe diminuire, in quanto i risultati degli Stati Uniti mostrano chiaramente una crescita superiore. Tuttavia, se il mercato si attendeva una crescita del PIL USA pari al 7% e solo dello 0,5% in zona euro, ecco come si potrebbe verificare l’esatto contrario, dato che la zona euro ha superato le aspettative mentre i risultati degli Stati Uniti sono stati deludenti.

Tuttavia, il gioco delle aspettative da solo non è sufficiente per creare dei fruttuosi scambi commerciali. Qui è dove l’analisi tecnica diventa parte integrante del successo dell’analisi fondamentale. Le migliori operazioni scalping basate sull’analisi fondamentale si verificano in condizioni tecniche estreme. Delle configurazioni di alta probabilità si creano quando una sorpresa favorevole a livello fondamentale avviene in condizioni tecniche di ipervenduto. In quel momento, il valore di una valuta può rimbalzare in maniera improvvisa e tutti si affrettano a comprare. Se i prezzi sono invece in una situazione di ipercomprato uno shock fondamentale potrebbe portare i valore delle valute al ribasso, dunque in molti vendono, creando un fuggi fuggi di ordini di vendita che genera una forte spinta verso il basso.

Non è mai abbastanza quando si parla di consigli e di trucchi Forex. Andiamo a vedere una serie di suggerimenti che possono essere utili a tutti e che dunque si dovrebbe ricordare. Questi suggerimenti si applicano a tutti i mercati, ma sono particolarmente utili in un mercato volatile e tecnico come quello del Forex.

La prima cosa importante è prestare attenzione al mercato. Non bisogna aspettare di entrare in una posizione quando il mercato ha cambiato direzione, così come non si dovrebbe attendere di uscire da una posizione aperta se il trend si è invertito e sta andando contro di noi.

Ci sono momenti in cui, a causa di una carenza di liquidità o di eccessiva volatilità, non si dovrebbe fare trading. Non si riesce, in questi casi, ad essere attenti alle variazioni dei mercati e a prendere delle buone decisioni.

I sistemi di negoziazione che operano in un mercato possono non funzionare per tutti i mercati, così come un sistema che funziona per il trend dei mercati può non funzionare in altri mercati. La cosa migliore è avere un sistema di trading per ogni tipo di mercato in cui operiamo.

Le salite e le discesa nel mercato ci sono sempre, la cosa imporante è cercare il trend dominante. Bisogna sempre aprire delle posizioni che vadano nel favore del trend dominante.

Durante la fase di boom del mercato, che sia verso l’alto o verso il basso, i gestori del rischio invitano di solito all’emissione di ordini call con liquidazione della posizione. In genere essi non controllano lo schermo per vedere se la situazione è in ipercomprato o in ipervenduto: semplicemente mantengono l’emissione degli ordini fino a liquidazione. Non è un buon modo di fare.

Infine, bisogna fidarsi del proprio istinto, anche se l’istinto, nel Forex, va sempre verificato con i grafici.

Una cosa importante è che le voci sono da seguire. Bisogna comprare quando si sente la voce e vendere quando si sente la notizia. Quando tutti gli altri sono in, è tempo di uscire. Se una valute moneta è in una situazione di ipercomprato, anche in questo caso è tempo di uscire dalla posizione.

Non bisogna preoccuparsi di perdere opportunità di scambi commerciali, dato che ce ne sarà sempre un’altra buona, proprio dietro l’angolo. Se state prendendo in considerazione di aprire una posizione che non soddisfa tutti i vostri segnali di ingresso, allora ricordate che la possibilità di fare Forex non si esaurirà mai, dunque potete anche stare fuori dal mercato.

Non essere troppo fiduciosi è un altro suggerimento utile. Nessuno può prevedere il mercato con una precisione del 100%. Bisogna sempre aspettarsi l’imprevisto. Se si è a disagio o se il mercato diventa instabile, allora bisogna uscire dalla posizione.

Misura il tuo successo con i profitti realizzati in un giorno, non in una posizione. E’ ancora migliore misurare i profitti di due o tre giorni. Un trader di successo ha come obiettivo quello di fare soldi, non di guadagnare da ogni posizione.

Lo scalping riduce il numero di variabili che influenzano il rischio del mercato, dato che è in una posizione solo per pochi secondi. I commercianti day trading invece hanno un rischio basso perché sono in commercio per pochi minuti.

Un consiglio ottimo è quello di prenderti tutto il tempo di cui hai bisogno per creare un solido sistema di negoziazione e per renderti conto che il segreto del successo è il duro lavoro. Non bisogna mai chiedere il parere di qualcun altro, altrimenti si rischia di confondersi.

Seguendo questi consigli e rimanendo concentrati sulle proprie strategie, sarà possibile aprire delle posizioni ad hoc.

Articolo tratto da www.mondoforex.com del 25/09/2010.

1 commento: